amoris laetitia

“LA gioia dell’amore”. Non è solo il titolo dell’enciclica di Papa Francesco sulla famiglia, ma è diventato ora anche un interessante progetto che vuole raccontare attraverso il linguaggio artistico del cinema e del teatro l’esperienza dell’amore vista dall’ottica cristiana. Lo spiega sul sito dell’ACEC Arianna Prevedello, presentando le schede di lettura di alcuni interessanti film, nei quali il lettore – o meglio lo spettatore – è invitato a entrare grazie al commento teologo trevigiano di d.Francesco Pesce, già autore della fortunata pubblicazione “Oltre la famiglia modello” sulle catechesi sulla famiglia di papa Francesco.

 

«Non si parla dell’Amore, né dell’amore, ma di esperienze di amore»: così il teologo Francesco Pesce – autore della pubblicazione Oltre la famiglia modello. Le catechesi di papa Francesco – spiega il cuore della sfida lanciata da ACEC, l’associazione che riunisce le sale della comunità in tutta Italia. Cinque, dieci, quindici, venti… sono i film che cresceranno di settimana in settimana e che andranno a costituire una vera e propria indagine cinematografica, osservatorio 2.0 privilegiato, fresco e contemporaneo sulle esperienze d’amore al centro dell’Esortazione papale Amoris Laetitia.

L’osservatorio oltre che indicare dei film che mettono a tema le dimensioni e i paradigmi citati da Papa Francesco in ambito famigliare, offrirà del materiale critico, pubblicato settimanalmente sul sito www.saledellacomunita.it, che metterà in evidenza i legami tra l’opera filmica e l’Esortazione. In particolare vi sarà un’agile rilettura proprio da parte di Francesco Pesce, docente ed esperto di pastorale famigliare della diocesi di Treviso.

Se il Papa stesso nella sua Esortazione Amoris Laetitia cita Il pranzo di Babette, perché non recepire questo nuovo documento della Chiesa proprio attraverso il linguaggio del cinema? Nelle comunità locali Amoris laetitia (La gioia dell’amore), l’Esortazione apostolica post-sinodale sull’amore nella famiglia uscita nei mesi scorsi, è già al centro di numerosi approfondimenti e lo sarà ancora di più nei prossimi mesi. Moltissime diocesi e realtà affini stanno mettendo a disposizione dei momenti di confronto sul tema della famiglia proprio a partire da questo documento. Acec desidera fornire in parallelo strumenti leggeri ma profondi ai singoli e alle comunità, oltre che alle sale, per comprendere la portata spirituale ed esistenziale delle parole di Papa Francesco. Del resto, «nessuna famiglia è una realtà perfetta e confezionata una volta per sempre, ma richiede un graduale sviluppo della propria capacità di amare» (AL 325).

«Più che idealizzare la famiglia, Amoris Laetitia – spiega il teologo Pesce – spinge a fare attenzione all’amore nelle varie fasi della vita, dal momento che l’amore è una storia». E il cinema di queste storie è pieno e con raffinata inconsapevolezza offre delle autorevoli esemplificazioni e proiezioni di quanto narrato nelle pagine di Amoris Laetitia. Sollecitati da Acec, diversi esperti di pastorale famigliare presteranno in quest’anno le loro competenze per rileggere le caratteristiche dei film in abbinata ai contenuti dell’Esortazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *