Io sto con la sposa

I giornali e le televisioni hanno parlato a lungo della vicenda di Gabriele Del Grande, il documentarista italiano arrestato lo scorso 9 aprile e rilasciato dopo una lunga e insensata detenzione il 23 aprile. Pochi però sono andati in profondità dell’opera che gli ha causato tante grane con il governo turco e della attualissima tematica di cui tratta: la migrazione, le storie di uomini e donne clandestini in cerca di una meta tra poesia e realtà, le tante domande su come stiamo leggendo e affrontando questo fenomeno. «Io sto con la sposa», scritto e diretto da Del Grande con Antonio Augugliaro e Khaled Soliman ha raccolto grandi applausi e l’interesse del pubblico della Biennale di Venezia.
Qui di seguito riporto alcuni link a cui vale la pena di dare un’occhiata: quello ufficiale del film, articoli che hanno parlato (all’epoca) del film e il video dello stesso Del Grande che giovedì 16 ottobre 2014 parlava del suo lavoro al ‘Municipio dei Beni Comuni’, uno degli enti che assieme a molti privati ha finanziato con un crowdfunding il film-documentario.
Io sto con la sposa (sito ufficiale)
Cinque clandestini e una sposa: il finto corteo nuziale attraversa l’Europa
La storia di Gabriele, scritta di suo pugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *