Nampula è una grande città al nord del Mozambico, che ospita da diversi anni un Campo di profughi e rifugiati, appena 30 minuti fuori dalla periferia, dove sono raccolte secondo le stime ufficiose quasi 15000 persone. I Padri Scalabriniani, tramite l’ASCS, che si occupa dei progetti di cooperazione e sviluppo internazionale, sono presenti con diverse realtà. Notizie più dettagliate le trovate nel sito, dove sono presentati anche gli altri progetti in Sudafrica, Bolivia e Haiti.

Qui Barbara Andreuzzi, che ha gestito negli anni scorsi il Progetto, racconta la sua esperienza. Ora è impegnata in un altro progetto con Medici con l’Africa-CUAM in Angola.

Nelle pagine seguenti alcune immagini della realtà di questo paese e dei progetti che vengono portati avanti, non senza difficoltà a Maratane e nelle zona circostante, nella periferia di Nampula, la scuola di Nanucco.