“el sexto” rilasciato a cuba

Danilo Maldonado, deve la sua fama un po’ alla sua buona vena artistica di  writer – “el sexto” è proprio il nickname con cui firma i suoi graffiti – , ma soprattutto per aver sfidato il regime, ormai sempre meno regime, cubano in varie occasioni e specialmente nel giorno della morte di Fidel Castro lo scorso novembre 2016. Mentre tutta Cuba, in un vero e proprio lutto collettivo, piangeva la scomparsa del Lider maximo della rivoluzione di fine anni ’50 lui, temerario, scrisse sul muro dell’Hotel Habana Libre “Se fui”, cioè Se ne andato (con un sottinteso “finalmente!”) con tanto di video dell’impresa postato sui social. Un’ora dopo i servizi di sicurezza cubani lo arrestarono e solo oggi 23 gennaio 2017.

Non era certo il primo episodio. Il più clamoroso probabilmente a Natale del 2014 quando al Parque central di L’Avana liberò due maialini con sopra dipinti i nomi dei due eroi Fidel e Raul; l’affronto gli costò 10 mesi di prigione, nonostante si fosse difeso dicendo che quelli erano veramente i nomi dei suoi maialini!

Continue reading ““el sexto” rilasciato a cuba”